30
Mag
08

Il direttivo provinciale azzurro donna in coro per la Campania…

Coordinamento Provinciale Azzurro Donna di Caserta

Caserta, 27 Maggio, 2008

Alla c.a del Presidente del Consiglio dei Ministri On. Silvio Berlusconi

e p.c. agli organi di stampa nazionali e locali

Oggetto : Lettera aperta. Richiesta di attenzione per la particolare situazione socio-economica ed ambientale della Provincia di CASERTA

Ill.mo Presidente del Consiglio dei Ministri On. Silvio Berlusconi

Il Coordinamento Provinciale di Azzurro Donna della Provincia di Caserta vuole innanzitutto esprimerLe tutta la gratitudine possibile per aver avviato la ricostruzione dell’Italia dalla Regione Campania dopo la breve e disastrosa esperienza di governo delle sinistre e la inqualificabile gestione del Governatore Bassolino della regione Campania per oltre un decennio.

Lo sconcerto che assale chiunque voglia approfondire la propria conoscenza relativamente alla attuale, critica situazione socio-economica ed ambientale della Campania ed alle cause che l’hanno prodotta è poca cosa rispetto all’angoscia che attanaglia chiunque voglia affrontare con uno studio serio e documentato le condizioni in cui oggi versa il territorio casertano, utilizzato senza scrupoli dalla Regione per sversarvi le acque non depurate dei cinque grandi depuratori consortili della Campania e la gran parte dei rifiuti indifferenziati, urbani e non, da parte della Regione. A questi ultimi si aggiungano poi quelli, nocivi e non, sversati illecitamente dalla criminalità organizzata.

Il risultato è che, da oltre un decennio, due terzi del mare del litorale domizio è dichiarato non balenabile, molte falde acquifere sono inquinate e troppi sono i siti di interesse nazionale da bonificare per i diversi veleni che vi si sono stati disseminati. La nostra salute è minata e la nostra economia che poggia soprattutto sull’agricoltura e sul turismo balneare, paesaggistico, eno-gastronomico e di arte, è fortemente in crisi , vuoi per le problematiche ambientali, vuoi per la presenza della criminalità organizzata che mortificano pesantemente lo sviluppo socio-economico, vuoi per la presenza su tutta l’area costiera di un numero esorbitante di spacciatori e prostitute che hanno rovinato l’immagine di un territorio bellissimo e danneggiato tutta l’economia legata al turismo.

Noi donne del Coordinamento Provinciale di Caserta , partendo dalla considerazione che, per andare al cuore dei problemi della nostra nazione, Lei ha ritenuto giusto fare il primo Consiglio dei Ministri a Napoli, per affrontare i problemi dell’ambiente e della sicurezza iniziando proprio dalle aree più critiche, vogliamo chiedere a Lei ed a tutto il Governo in carica, Ministri e Sottosegretari, di prendere le mosse, a livello di regione, dalla riqualificazione del territorio casertano, punto nevralgico di tutto il sistema Campania.

Sta di fatto che gli abusi patiti da questo territorio sono sotto gli occhi di tutti ed Ella, ovviamente di concerto con i Ministri e i Sottosegretari ai competenti rami, non potrà non calarsi in un progetto di puntualizzazione delle distinte problematiche che dovranno essere affrontate con la immediatezza e la concretezza che Le sono congeniali. Nello specifico, in un’ottica di riequilibrio del nostro territorio provinciale, Le chiediamo:

1. la depurazione delle acque con depuratori finalmente a norma;

2. la bonifica dei siti inquinati;

3. un CDR a norma, impianti di compostaggio, e impianti meccanico–biologici per il riciclo. La raccolta differenziata porta a porta farà il resto. In assoluto, Le raccomandiamo di evitare ulteriore gravame di discariche al centro delle città e di megainceneritori. (Già il noto termovalorizzatore di Acerra, ancorché in Provincia di Napoli, incombe direttamente sul territorio casertano);

4. la lotta serrata alla criminalità ed all’illegalità.

Guai a voler risolvere problematiche di province diverse tutte con lo stesso sistema.

Per una vera riqualificazione del nostro territorio e per dare impulso al settore socio-economico, ora in crisi, il Coordinamento Provinciale Azzurro Donna ritiene, inoltre, indispensabile che venga dotato delle infrastrutture di cui necessita nel settore dei trasporti (in particolare, degli aeroporti di Grazzanise e di Capua), di porti turistici (quali quelli di Castelvolturno e della Foce del Garigliano) e di metropolitane che alleggeriscano il traffico sulle strade e colleghino sapientemente tutti i siti di interesse archeologico, storico e monumentale con i siti paesaggistici e con le città metropolitane, Napoli e Roma.

E’, a nostro avviso, un atto dovuto all’intera collettività, per ripagarla di tutte le ingiustizie finora subite.

La valorizzazione dell’area più importante della Campania Felix e di tutte le sue immense ricchezze darà l’ avvio alla rinascita di tutta la Campania.

La Dirigente Provinciale di Azzurro Donna di Caserta

Prof.ssa Angela Iannaccone

Annunci

0 Responses to “Il direttivo provinciale azzurro donna in coro per la Campania…”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: