Archivio per marzo 2008

30
Mar
08

Camper della Libertà a Gricignano con La dott.ssa Giovanna Petrenga e L’avv. Carlo Sarro…

sarro_carlo.jpgpetrenga_giovanna_1.jpg

Sabato 29 marzo 2008 sono stata invitata dal gruppo Pdl di gricignano per un simpatico incontro organizzato presso la sede del Circolo della Libertà.

Il Camper della Libertà ha fatto tappa a Gricignano e precisamente in Piazza Municipio con i candidati al senato, Avv. Carlo Sarro, e alla camera, Dott.ssa Giovanna Petrenga, del Pdl di Berlusconi.

Nella sede del Circolo della Libertà oltre ai rispettivi candidati erano presenti anche altri esponenti del centrodestra locale come il Presidente Ag Gianluca Di Fiore, il coordinatore di FI Luigi Aquilante, il Presidente cittadino di An Graziano Moretti, il Dirigente del Cdl Sebastiano Della Gatta, altresì, erano presenti i numerosi ragazzi che costituiscono il vero motore del Pdl di Gricignano, dei quali ho avuto l’onore di conoscere personalmente restando stupita dal loro vivace e intelligente modo di vivere la politica.

Questo piacevole incontro offertomi dagli amici di Gricignano mi ha dato l’opportunità di conoscere due grandi personalità come l’avv. Carlo Sarro e la dott.ssa Giovanna Petrenga, tanto da rendermi fautrice di un incontro da organizzare anche nel Comune di Cesa .

27
Mar
08

salta l’appuntamento di “porta a porta”. Il pdl protesta…..

berlusconi-veltronithumbnail.jpg

ROMA – “Vorrei fare il dibattito tv come succede in tutte le democrazie occidentali. Sono pronto a farlo dove, quando e come vuole lui. Vuole farlo sulle sue reti? Vado lì, ma non scappi”.

Manda a dire Walter Veltroni al suo diretto rivale Silvio Berlusconi, che gli manda a dire di essere “in grado di stracciare qualunque avversario perché io nella vita ho fatto tutto ciò che altri non hanno fatto: sono un uomo di fatti e gli altri sono uomini di parole e i fatti vincono sulle parole”.Mentre i due maggiori contendenti di questa tornata elettorale) si sfidano, per il momento,  a distanza, stranamente ‘salta’ la puntata di “Porta a Porta” condotta da Bruno Vespa, che avrebbe dovuto ospitare proprio Silvio Berlusconi.“Su questo fatto – ha detto Bonaiuti – la Rai deve dare spiegazioni”. “Non conosciamo le motivazioni ufficiali. Ci dicono che Veltroni non potrà essere presente né questa, né la prossima settimana. La vicenda è ancora più strana – continua Bonaiuti – se si considera che la richiesta di questo giro di trasmissioni ci era stato detto che proveniva da Veltroni e dal suo staff e, solo per questo, avevamo deciso di venire incontro a tale richiesta. Dobbiamo pensare – si chiede Bonaiuti – che i capricci di Veltroni siano in grado di piegare le indicazioni della Rai, il suo presidente e il suo direttore generale? Questa par condicio – torna a chiedersi Bonaiuti – la dobbiamo rispettare solo noi? A queste domande – conclude Bonaiuti – risponda Viale Mazzini”.

26
Mar
08

elisa – qualcosa che non c’è

26
Mar
08

Beatifichiamo Veltroni

veltroni.jpg

La storia di Veltroni è paradigmatica di come vadano le cose in Italia dove si predica bene e si razzola male. Mentre il candidato premier per fare bella figura nei comizi promette di ridurre i costi della politica, e quindi i privilegi di chi la pratica, per se non bada a spese: è lui il primo a dare un contributo allo spreco generale. Incassa ogni mese oltre 5000,00€ di pensione. Come fa il buonista a percepire l’assegno di quiescenza se ha soltanto 52 anni?. Fino a poco tempo fa era in vigore una legge in base alla quale chi avesse maturato una certa anzianità in qualità di deputato/senatore, aveva diritto, seppure non ancora 50enne, alla pensione. Veltroni quando è diventato sindaco è stato costretto a rinunciare al’indennità di parlamentare ed ha pensato bene di collocarsi a riposo e di ricevere gli oltre 5mila € di pensione. Andare in pensione a 40 anni è già uno scandalo, se poi ci si va senza aver mai lavorato, posto che i deputati -e lo dimostra l’ inchiesta: “I PAPPONI DI STATO” -, non si ammazzano di fatica, lo scandalo è doppio. L’indignazione dei cittadini aumenta se si tiene conto che a nessuno è consentito di cumulare la pensione di anzianità con lo stipendio, accetto ai signori tipo Walter. Occorre precisare che il moralizzatore, non appena entrato in Campidoglio ha provveduto ad elevare la propria indennità di carica al massimo livello: 9762,00€ al mese. Quale credibilità ha un rapace esponente della casta quando dichiara di voler tagliare le unghie alla casta stessa??.

tratto dal blog ” il sale del mondo”

21
Mar
08

La Prof. Angela Iannaccone e l’On riccardo Ventre decidono di lottare al fianco di agricoltori e allevatori.

Continua l’impegno delle donne di Forza Italia per il rilancio del settore socio-economico della nostra Regione e, in particolare, del territorio casertano, ormai da anni provato da un disastro ambientale prodotto dal Governo della Regione Campania per la pessima gestione del ciclo delle acque, che ha distrutto i nostri corsi d’acqua ed il mare domizio-flegreo, e del ciclo dei rifiuti, che sta minando non solo la nostra salute, ma anche e, soprattutto l’immagine di tutta la Campania nel mondo.

Tutti i settori sono in crisi a partire da quello turistico, ma al momento il settore agro-zootecnico è al collasso, perché i produttori del nostro territorio sono rifiutati dal mercato e, a causa del mancato reddito, sono in corso per molte aziende procedure esecutive da parte delle banche e di altri creditori.

Le Donne del Coordinamento Provinciale di Azzurro Donna della Provincia di Caserta, guidato dalla Dirigente di Forza Italia Prof.ssa Angela Iannaccone, sono scese in campo al fianco degli agricoltori e degli allevatori che per due settimane hanno fatto lo sciopero della fame o protestato per le strade della provincia al fine di sensibilizzare il territorio e l’Italia tutta, sulla grave crisi che attraversa il settore agro-alimentare campano e per chiedere provvedimenti urgenti che possano ridare sicurezza e dignità alle aziende.

Le donne di Forza Italia hanno condiviso le ragioni della mobilitazione degli scioperanti ed hanno voluto sostenere, anche concretamente, gli agricoltori e gli allevatori in difficoltà, mettendo a disposizione le loro professionalità.

Sono due gli avvocati che hanno già preso contatti con i responsabili di alcune aziende in crisi per sostenerli in azioni legali per i danni subiti, ed altre professioniste sono pronte ad offrire la loro collaborazione.

Dobbiamo rompere con l’inefficienza degli attuali governi nazionale, regionale, provinciale rispetto ad un blocco quasi totale delle vendite dei prodotti campani e con la loro mancanza di senso di responsabilità rispetto al rischio di fallimento di migliaia di aziende agro-zootecniche ed alla perdita di lavoro di migliaia di operatori del settore.

La produzione delle nostre terre è di alta qualità, come testimoniano le denominazioni o indicazioni di origine protetta il riconoscimento di prodotti tradizionali campani per vini, oli, pane che tutto il mondo ci invidia ed i 16.000 ettari di produzione biologica ed è, soprattutto sicura, perché controllata.

Tutto questo patrimonio della nostra cultura può essere travolto in uno con tutta l’economia campana e con la vita di tante famiglie oneste ed operose, se gli amministratori, responsabili del disastro, a partire da quelli della Regione Campania, non metteranno in campo, in tempi brevissimi, i provvedimenti necessari.

In primis si chiedono gli atti per la dichiarazione dello stato di crisi del settore agro-zootecnico in Campania, poi, provvedimenti a garanzia che blocchino le azioni delle banche e finalizzino tutte le risorse reperibili.

Le donne di Forza Italia in uno con le delegazioni dei contadini e degli allevatori casertani, con le associazioni cittadine, lotteranno ad oltranza con gli allevatori e gli agricoltori, perché le promesse di aperture di tavoli tecnici fatte finora dalla Regione e dalla Provincia siano mantenute.

Le donne di Forza Italia invitano i cittadini casertani ed i campani ad avere uno scatto d’orgoglio e a mobilitarsi per la difesa della nostra economia, e si attiveranno insieme all’Europarlamentare di F.I. On Prof. Riccardo Ventre ed a tutti i futuri nazionali del Partito della Libertà per mettere fine per sempre a questo scempio.

Che le nostre aziende vengano tutelate in ogni modo e che nessuno rigetti più i prodotti campani o, peggio ancora, speculi sulle disgrazie dei nostri allevatori e agricoltori.

04
Mar
08

Dove fininiscono le parole inizia l’arte    ………

01
Mar
08

listen – beyoncè (dedicato a chi sà ascoltare :-) )