14
Gen
08

Greenpeace è un’associazione non violenta, che utilizza azioni dirette per denunciare in maniera creativa i problemi ambientali e promuovere soluzioni per un futuro verde e di pace. Greenpeace è indipendente e non accetta fondi da enti pubblici, aziende o partiti politici.

greenpeace4.jpggreenpeace3.jpggreenpeace2.jpggreenpeace1.jpggreenpeace.jpg

Greenpeace sostiene che attribuire alla mancanza di inceneritori l’emergenza in Campania è del tutto fuorviante.

A parte l’impatto della combustione, per costruire l’inceneritore di Acerra non sono bastati sette anni, mentre una seria raccolta porta a porta può intercettare in pochi mesi quote di differenziata ben superiori al 50%. Nell’immediato, la priorità è quella di togliere l’immondizia dalle strade, la risposta più rapida è ricorrere a un deposito temporaneo anche sul demanio militare, ma è indispensabile avviare subito una campagna per la raccolta differenziata porta a porta.

In Campania, il problema nasce dalla scarsa volontà politica e capacità strategica di gestire un problema che “marcisce” da anni, oltre che dalla collusione della criminalità organizzata.

Gli impianti d’incenerimento, anche se inseriti in un ciclo integrato dei rifiuti, minano tutte le possibili strategie di gestione virtuosa.

Bisogna quindi spostare l’attenzione dalle scelte di smaltimento alle azioni di prevenzione.

Greenpeace ritiene che la soluzione nel medio periodo si debba basare sull’adozione immediata di programmi di raccolte differenziate porta a porta, volte a isolare subito la frazione organica dei rifiuti (che costituisce in media il 30-40% dei nostri sacchetti), facilmente trasformabile in compost di qualità in impianti dedicati che vanno costruiti.

“E’ una vera ipocrisia attribuire la colpa di quanto sta accadendo ora a chi, come Greenpeace o i cittadini, si è opposto agli inceneritori –denuncia Giuseppe Onufrio, direttore delle Campagne di Greenpeace- Infatti, quando 10 anni fa si chiedeva la moratoria sugli inceneritori si chiedeva anche il decollo di un vero sistema di raccolte differenziate che, lo ribadiamo ancora, può dare risposte importanti nel giro di pochi mesi se condotto con la necessaria determinazione, capacità e coordinamento tra le istituzioni”.

Il Governo concede, per le raccolte differenziate, quattro mesi ai Comuni interessati: con ogni probabilità si tratta di un annuncio di commissariamento a tappeto.

Una posizione che, come i fatti dimostrano, finora non ha portato ad alcuna risoluzione al problema rifiuti.

L’annuncio del terzo inceneritore va nella direzione sbagliata.

Secondo Greenpeace, con il sistema del porta a porta non solo si raggiungono rese che si avvicinano o superano il 70% e sono di migliore qualità, ma si crea anche una maggiore occupazione (talora con un aumento del 50%).

Con un’incisiva campagna di sensibilizzazione dei cittadini si possono raggiungere alti livelli di raccolta domiciliare.

La costruzione di impianti di trattamento meccanico biologico per il residuo della raccolta differenziata spinta (15-30%) è un ulteriore passo per migliorare la gestione dei rifiuti.

Il materiale che è stato sottoposto a questo trattamento può poi essere smaltito in una discarica “in correttezza”, in quanto si riduce del 90% la sua potenzialità inquinante.

L’eliminazione della parte organica dai rifiuti riduce di molto il rischio ambientale: cosa che non avviene per le “ecoballe” in Campania.

 

Annunci

10 Responses to “Greenpeace è un’associazione non violenta, che utilizza azioni dirette per denunciare in maniera creativa i problemi ambientali e promuovere soluzioni per un futuro verde e di pace. Greenpeace è indipendente e non accetta fondi da enti pubblici, aziende o partiti politici.”


  1. gennaio 14, 2008 alle 12:48 pm

    hai le idee molto confuse… sei di destra e appoggi greenpeace (forse fino a 5 minuti prima di pubblicare sto post nn sapevi nemmmanco che esisteva) sei di f.i. (credo, boh.chissene) e nn sai che il tuo partito appoggia la costruzione degli inceneritori come soluzione all’emergenza? ora vado a iniettarmi un fernet branca. cià cià

  2. 2 mirellafrippa
    gennaio 14, 2008 alle 1:48 pm

    Ciao mitiche,
    avete perfettamente ragione, ma consentitemi di dire che le mie idee non sono affatto confuse…
    far parte di un partito, non vuol dire farsi fare il lavaggio del cervello, io credo di averlo un cervello, sto prendendo atto di ciò che sta succedendo in Campania, il mio cervello mi invita a ragionare obiettivamente, sulla nostra vita e quella dei nostri figli e ti confesso che le mie previsioni non sono affatto rosee.
    Vi ricordo che le cinque dita di una mano non sono uguali, così non si può pretendere che in un gruppo ci siano identiche prospettive, guai se non fosse così, la stessa democrazia non esisterebbe.
    Un bacione!

  3. gennaio 16, 2008 alle 9:03 am

    Ecco, è proprio per questa ragione che – me piace – perchè è un soggetto pensante e non segue la scia.
    ehi paoloechiaro, per essere due donnine, ne avete di classe…haha..ha..haha!

  4. 4 mirellafrippa
    gennaio 16, 2008 alle 9:45 am

    Dai Furios, tranquillo…Skanna e Lijlia sono simpaticissime, pensa mi hanno dedicato un’incoraggiante poesia sul loro blog.
    Ammiro la loro libertà di espressione, anche se spesso avrei voglia di impiccarle (scherzo)!
    Spero soltanto che al di là dei personaggi che si sono create, approvino il mio punto di vista, o almeno in parte.:-p

  5. gennaio 16, 2008 alle 5:03 pm

    Ma Paoloechiaro chi sò?

  6. gennaio 16, 2008 alle 5:06 pm

    weeeeeeeee Puffetto, tu chi sei!?!
    Mirellaaaaaaaaaa dove sei? E’ arrivato grande puffo…

  7. 7 mirellafrippa
    gennaio 16, 2008 alle 7:16 pm

    Skanna e Lilja sono le uniche interessate ad un dialogo socio-politico a mio avviso 😦

  8. gennaio 28, 2008 alle 7:13 am

    puffo, vai a imparare la storia e poi puoi nominarci, và.
    anzi no.vai a imparare a fare le sciarpe di lana con le dita dei piedi.

    scusa l intrusione o soave mirella

  9. gennaio 28, 2008 alle 11:47 am

    Paoloechiaro andate via da questo blog non siete degne di scrivere qua,volgarissime.

  10. 10 mirellafrippa
    gennaio 28, 2008 alle 1:23 pm

    Puffo non esagerare, Skanna e Lilja sono indispensabili per questo blog, il loro essere come dire……speziato è sinonimo di intelligenza ed a mio avviso non sono volgari.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: