15
Dic
07

3 For Africa

Straordinaria la serata di ieri 14 dicembre organizzata presso il Circolo Nautico Posillipo di Napoli dal Dipartimento Nazionale Volontariato Non Profit Pari opportunità di Forza Italia.

Scopo della serata è stato quello di raccogliere fondi per sostenere i progetti dell’associazione “3For Africa”, tra i tanti, l’ambizioso progetto che nutre la speranza di vincere la guerra contro l’Ulcera di Buruli.

Le emergenze sanitarie che affliggono i 32 paesi tormentati dal morbo conosciuto come Ulcera di Buruli o comunemente “ lebbra dei bambini”sono indiscutibili e necessitano di grande attenzione ma soprattutto azione da parte del mondo.

Parte della serata è stata dedicata alla spiegazione curata dalla dottoressa Benetton ed alla visualizzazione di un video che trasmetteva immagini che parlavano da sole, così ho avuto modo di apprendere le circostanze nelle quali è possibile l’infezione da parte di questo batterio trasportato da microrganismi come ad esempio le pulci d’acqua che vivono soprattutto presso gli acquitrini africani.

Come appunto spiegava la dottoressa Benetton, i bambini giocano nell’ acqua ignari delle conseguenze che dovranno poi affrontare, il microbo si inocula nel corpo umano e causa piaghe degenerative che, se trascurate, distruggono i tessuti epiteliali, fino ad arrivare alle ossa.

Giunti a questo stadio, l’unico modo per curare la malattia è procedere all’amputazione della parte lesa.

Proprio per impedire che circa 3000 bambini Ivoriani, ogni anno, venissero amputati, il dr Galoforo, Medico Chirurgo Bresciano, nel 2002, ha portato per la prima volta l’ossigeno-ozono terapia alle popolazioni africane.

  Il dr Garofolo, membro della “ Società Scientifica Italiana di Ossigeno Ozono Terapia” da tempo sperimenta l’uso di questo gas per il trattamento intensivo di piaghe ed infezioni.

Il progetto per cui oggi, nell’ambito del “ Premio per la Pace 2006-2007”, il dr Garofolo riceve una Menzione Speciale, è promosso dall’associazione ONLUS “ 3 For Africa”, di cui è presidente.

Le difficoltà maggiori che il dr Garofolo ha dovuto affrontare, sono state di carattere socio-culturale, infatti, i bambini che presentano menomazioni fisiche o malattie deturpanti, sono emarginati poiché considerati vittime di sortilegi e vengono spesso seguiti da santoni.

I risultati ottenuti attraverso le terapie con l’ozono si sono dimostrati sorprendenti: la parte lesa viene ozonizzata e contemporaneamente rivascolarizzata, i pazienti guariscono velocemente, recuperano l’uso degli arti colpiti evitando l’amputazione.

Un’importante conquista ottenuta grazie all’intuizione di un medico che con coraggio e dedizione ha affrontato una sfida globale.

L’informazione è importante, uno stupido blog può servire a trasmettere la rabbia e l’angoscia che mi divoravano l’anima e il cuore, può servire a divulgare il nome e le gesta di un grande chirurgo che prima di essere un professionista è un uomo che conosce Misericordia, può servire a ricordare a noi stessi che siamo fortunati e che coi nostri malcontenti cronici schiaffeggiamo i volti di quei bambini che vivono peggio degli animali, altresì, può servire a noi “ amministratori” che prima di essere tali, come mi ha illuminata ieri sera l’onorevole Riccardo Ventre attraverso il suo discorso, siamo “ volontari”e il dovere di ogni volontario è quello di essere vigili ed efficienti verso i problemi che affliggono la quotidianità dei nostri concittadini.  

Grazie al V.ce direttore linee programmatiche Giusy Pascarella eal Corresponsabile area sud Sabrina Castaldo.

Perchè nulla avviene per caso.

Annunci

2 Responses to “3 For Africa”


  1. 1 Elena
    dicembre 16, 2007 alle 7:45 pm

    Ciao Mirella,
    ho letto su pupia il tuo articolo e i commenti….lasciamo stare, se Cesa si riducesse a quei quattro buffoni sicuramente ” di parte” che scrivono commenti sarebbe davvero la fine.
    Volevo dirti che sei davvero coraggiosa e ti ammiro, non mollare!

  2. 2 Gigi
    dicembre 17, 2007 alle 1:22 pm

    Sei un angelo,
    ti conosco di vista, sei una bella ragazza e più ti conosco, più mi accorgo quanto vali….farai tanta strada ma non cambiare mai, con affetto Gigi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: